#StorieGuerriere, un anno di battaglie di portavoce e attivisti sul territorio

#StorieGuerriere è la rubrica del Blog delle Stelle dedicata alle iniziative portate avanti in questi anni da attivisti e portavoce locali del MoVimento 5 Stelle che hanno generato risultati positivi concreti e tangibili per il loro territorio o per i cittadini che lo abitano. L’impegno e la generosità di cittadini attivi che hanno portato un valore aggiunto per il nostro Paese.
Inviate la vostra storia guerriera a bit.ly/storieguerriere


Le storie guerriere sono storie che ci insegnano come con forza e tenacia sia possibile cambiare realmente le cose. Storie che possono essere di ispirazione ed esempio. Sono le storie guerriere portate avanti sul territorio dai portavoce e attivisti del MoVimento 5 Stelle. Storie che raccontiamo da quasi un anno in questa rubrica sul Blog delle Stelle. Oggi vogliamo ricordarvi le prime dieci invitandovi a rileggerle e scoprire come replicarle sul vostro territorio.

Così abbiamo salvato il lago dagli scarichi. Accade a Desenzano del Garda, dove il gruppo del MoVimento 5 Stelle ha scandagliato, a piedi e in canoa, gli 8 km di costa del Comune di Desenzano individuando e fotografando ben 48 scarichi a lago, di cui 17 abusivi. Li ha classificati, ordinati in relazione alla loro potenziale pericolosità e reso pubblico il lavoro denunciando una situazione ignorata e sottovalutata per anni. Così il MoVimento 5 Stelle di Desenzano del Garda ha portato l’ente gestore a stanziare circa 2 milioni di euro per realizzare i primi interventi di sistemazione degli scarichi più critici. Leggi qui la storia.

Così abbiamo aiutato i disabili a godersi il mare della Sardegna. Gonnesa ha un bellissimo mare con circa 4km di spiagge, ma nessuna di queste era dotata di ausili per chi ha difficoltà di deambulazione. Così il meetup Gonnesa a 5 Stelle ha organizzato un evento di raccolta fondi ed è riuscito ad acquistare 50 metri lineari di “pedana mobile modulare” per consentire il passaggio di disabili dal parcheggio all’arenile. E l’Amministrazione ha predisposto con una determina l’acquisto della restante parte. Leggi qui la storia.

Così abbiamo combattuto la mafia colorando i muri di Brancaccio. Brancaccio porta con sé lo stereotipo di terra di mafia. Per lanciare un messaggio forte e tangibile alla cittadinanza, il MoVimento 5 Stelle della Seconda Circoscrizione di Palermo ha realizzato un murales per comunicare che Brancaccio non è solo il luogo del martire Pino Puglisi, ma è anche un territorio dove è possibile investire con energie pulite, un luogo ricco di risorse naturali e paesaggistiche, storia e architettura, terra ricca di agrumeti dove nasce e si produce il tardivo di Ciaculli. Leggi qui la storia.

Così abbiamo ridotto i rifiuti costruendo un centro del riuso. A Vimercate il Comune, guidato dal MoVimento 5 Stelle, è riuscito a ridurre la produzione dei rifiuti coinvolgendo la cittadinanza attorno a un nuovo centro del riuso. Perché “quello che non serve a te può servire a qualcun altro”. Panta Rei è un capannone di circa 400 mq concesso in comodato d’uso gratuito da CEM Ambiente, il gestore locale della raccolta rifiuti, dove ogni cittadino può portare i beni di cui si vuole liberare ma che non vuole buttare perché sono in buone condizioni. Oggetti che poi vengono messi in vendita, sistemati oppure trasformati in altri oggetti, a prezzi molto inferiori. Ma non solo. Panta Rei è anche un centro di aggregazione sociale e di incontro, gestito da volontari, e uno spazio educativo di trasmissione di conoscenze e saperi. Leggi qui la storia.

Un pannello fotovoltaico nel gazebo a disposizione dei passanti. Per sensibilizzare i cittadini verso l’utilizzo delle energie rinnovabili, il gruppo del MoVimento 5 Stelle del Municipio 8 di Milano ha montato un pannello fotovoltaico da 100w all’interno del proprio gazebo in piazza, mettendo a disposizione dei passanti un servizio di ricarica per i propri dispositivi. Così è stato possibile coinvolgere i cittadini di passaggio, farli interagire direttamente con l’impianto e creare in loro consapevolezza. Ma non è finita qui: il “Solar Spot” è diventato un momento di confronto politico per tutti i cittadini. Leggi qui la storia.

Così abbiamo generato welfare territoriale con il cohousing. In Trentino Alto Adige il MoVimento 5 Stelle in Trentino ha creato un gruppo di lavoro con l’obiettivo di divulgare il cohousing, una soluzione abitativa nata nei paesi scandinavi negli anni 70 e diffusa in tutto il mondo per aiutare le persone a vivere in modo collaborativo. Così sono nati un incubatore di pratiche di Cohousing e del BuonAbitare e l’iniziativa “Cohousing Trentino Alto Adige”, che ha stimolato la creazione di “comunità intenzionali” con l’obiettivo di sostenersi reciprocamente. E non solo. Leggi qui la storia.

Così abbiamo mandato a processo gli autori del più grande inquinamento mondiale da PFAS. In Veneto dal 2013 si è verificato il più grande inquinamento mondiale da PFAS delle falde ad opera di un’azienda privata. E la cittadinanza ne era ignara: nessuno sapeva che stava bevendo acqua e mangiando cibi contaminati. Così a Montecchio Maggiore il MoVimento 5 Stelle ha iniziato a dare battaglia realizzando interrogazioni, esposti, tenendo serate informative, contattando avvocati, medici, tecnici ambientali e i media. E grazie alla loro pressione costante sono partiti indagini e processo. Leggi qui la storia.

Con il “Quartieri Tour” abbiamo dato finalmente voce ai problemi dei cittadini. A Treviso il MoVimento 5 Stelle è diventato gli occhi e le orecchie della città percorrendola quartiere per quartiere, per ascoltare e dare voce ai problemi dei cittadini. Quindici quartieri attraversati nel corso di cinque mesi annunciando ogni tappa nei giorni precedenti, distribuendo volantini casa per casa, dove ogni cittadino aveva la possibilità di riportare la sua segnalazione da consegnare e discutere insieme il giorno dell’incontro. Ne è nato un documento con 102 segnalazioni dei cittadini che il MoVimento 5 Stelle di Treviso ha consegnato in mano al Sindaco. Leggi qui la storia.

Scrutatori scelti tra i disoccupati. A Leini il MoVimento 5 Stelle ha trasformato quello che sino ad allora era stata una “marchetta” in un sostegno alle fasce più deboli. Attraverso il sistema di nomina diretta degli scrutatori, maggioranze e opposizioni si erano sempre spartiti il numero degli scrutatori necessari allo svolgimento delle operazioni di voto: un sistema poco trasparente e che permetteva una sorta di lottizzazione politica all’interno dei seggi. Attraverso una mozione il MoVimento 5 Stelle di Leini ha proposto e ottenuto che gli scrutatori fossero da allora in avanti nominati tra disoccupati e studenti senza reddito. Leggi qui la storia.

Con la passerella dell’Onestà le persone con disabilità hanno potuto godersi il mare. Il comune di Latina comprende un litorale superiore a 8 km di costa. Qui nel 2015 non esisteva nessun punto di accesso agevole al mare per persone con disabilità fisiche. Grazie ad una campagna di raccolta fondi, il Meetup 5 Stelle Latina in Movimento è riuscito a realizzare una passerella che consente di raggiungere facilmente una piattaforma vicino al bagnasciuga per godere da vicino degli effetti benefici del mare. Durante le tre stagioni balneari tante persone con disabilità hanno utilizzato la passerella, pulita e curata periodicamente dagli attivisti. Leggi qui la storia.

 

L’articolo #StorieGuerriere, un anno di battaglie di portavoce e attivisti sul territorio proviene da Il Blog delle Stelle.

Pubblicato in Feed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>