L’impegno di Giulia Grillo lascerà un segno indelebile

L’impegno di Giulia Grillo durante la sua attività di Ministro della salute è destinato a lasciare un segno indelebile. Non ringrazierò mai abbastanza il Ministro Grillo per il lavoro svolto sino ad ora.

Per noi campani si tratta di un lavoro preziosissimo che ha coinvolto tutti i deputati e, nell’arco di un anno di serrati confronti ministeriali, ha portato ad una ridefinizione complessiva della programmazione sanitaria campana.

Il potenziamento degli ospedali pubblici, con 18 nuovi DEA di primo livello, è sicuramente un risultato importante a cui fa da eco il successivo impegno per la ridefinizione della Rete Oncologica Campana.

Per la prima volta vengono esclusi dalla rete per la cura dei tumori decine e decine di strutture (circa il 75% del totale) che fino ad oggi hanno operato senza essere però in possesso dei necessari requisiti.

La Regione Campania prima del 4 Marzo 2018 non aveva una Rete ospedaliera rispettosa del DM 70/2015 e non aveva una Rete Oncologica che individuasse la funzione dei singoli Ospedali nella cura del cancro.

Grazie al lavoro del M5S in Parlamento finalmente la Regione Campania ha la cosiddetta Sanità intermedia con 18 nuovi Ospedali Dea di I livello e ha una Rete Oncologica grazie alla quale i malati oncologici sapranno quale funzione ha ogni singolo ospedale nella cura di ogni specifica neoplasia.

Abbiamo fatto tanto consapevoli che siamo partiti da Zero come i zero posti pubblici presenti nella provincia di Benevento.

Siamo consapevoli che bisogna assicurare ai cittadini campani ed italiani una Sanità pubblica di qualità e per questo motivo dopo la Rete Ospedaliera e quella Oncologica oggi stiamo lavorando alla Rete territoriale per assicurare cure adeguate anche ai cittadini che vivono lontani dai grandi Ospedali.

Infine non può essere sottaciuto lo sblocco dei fondi per l’installazione di impianti di radioterapia nel sud italia operato dal Ministro Grillo per centinaia di milioni di euro e che permetterà a molti malati di cancro nel meridione di italia di potersi curare senza dover emigrare.

Il lavoro sulla sanità pubblica e di qualità continuerà incessante seguendo quello che è sempre stato un caposaldo del Movimento 5 Stelle e di Giulia Grillo: pervenire ad una modifica legislativa che tolga le mani della politica dalla sanità.

Bisogna restituire il servizio ai cittadini ed impedire il connubio di affari e politica che fino ad oggi c’è stato in ambito sanitario.

Pubblicato in Blog

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>