Continui disagi alle Poste di Ariano, intervenga Del Fante

Per l’ennesima occasione, ho contattato l’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, per segnalargli la situazione di disagio vissuta dai cittadini di Ariano Irpino, costretti a fare i conti con i disservizi degli uffici postali della Città.

Infatti, si sta verificando una continua disattivazione dei servizi Postamat, oltre all’insufficienza degli sportelli.

Soprattutto negli orari pomeridiani, i continui disservizi stanno ulteriormente appesantendo le condizioni di una comunità già provata dalle conseguenze dell’emergenza legata al COvid-19.

Auspico un celere intervento di Poste Italiane, anche da parte dei vertici, per la ricerca di una soluzione definitiva a tale problematica che si trascina da mesi e che si è ulteriormente aggravata nel corso degli ultimi giorni.

Già ad aprile, sottolineo, avevo chiesto ed ottenuto l’intervento di Del Fante per la riapertura degli uffici postali durante i giorni della “zona rossa”, al fine di alleviare i disagi già patiti dalla popolazione durante quei giorni.

È stato importante il risultato allora ottenuto per l’apertura degli uffici, ora si tratta di garantire l’effettivo funzionamento dei servizi postali. Ariano non può più attendere.

Pubblicato in Blog

Commenti

  • Oggi 08/06 I disagi all’ufficio postale del rione martiri è stata messa alla prova la pazienza dei cittadini all’esterno circa una ventina di persone ad aspettare, notava o che operava una sola cassa che ogni operazioni durava non menodi10 minuti.
    Tante persone visto che comunque non c’è nessun bancomat con un rione di circa 5000 abitanti devono per forza entrare dentro allo sportello che comunque si ritardano semplici operazioni di pagamenti.

Rispondi a Luigi pepe Annulla

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>